Le traduzioni di City



Pagina in costruzione


TRADUZIONI 
Hai mai letto traduzioni dei tuoi libri. Ti sembra che il vero senso dei tuoi libri si può capire solo in italiano. Un pò come per Gadda?
fabio greco fabiotritag@yahoo.it

Chi lo sa? In genere penso che i miei libri vadano bene anche tradotti, quando il traduttore è buono, e di solito lo è. Gadda è un'altro prob lema: io non ho un italiano così bello e irreale e intraducibile.

Dalla chat di ottobre 2003


A partire dall’aprile 2000, con la traduzione in francese di Françoise Brun, City è pubblicato all’estero. Baricco stesso, alla vigilia dell'uscita di City in Francia, lo presenta al Salone del libro di Parigi del marzo 2000, insieme alla traduttrice. In quell’occasione, rispondendo alle domande del pubblico, Baricco parla della traduzione come di un lavoro infinito «che non può essere che la somma di tante imperfezioni ». In particolare, sulle traduzioni di City afferma:

«Ci sono giusto due lingue nelle quali io posso leggere e capire. Che sono francese e inglese.

E' una sensazione molto strana. Naturalmente il francese è più vicino. Se un traduttore è bravo riesce  a ricostruire quasi la stessa musica. E nel mio caso io son fortunato. La musica è questa (non potrei dire altro perché è qua, ma ... è vero).

L'inglese mi fa sbiellare.

City in inglese è bellissimo. I dialoghi son più veloci. Il francese è più lento. Allora, alcuni pezzi in inglese mi sembrano più belli dell'italiano».

Entro il 2000 City è pubblicato in spagnolo, catalano, portoghese, tedesco, olandese, norvegese, polacco, ceco. Nel 2001 escono le traduzioni in danese, svedese, inglese, finlandese, slovacco, greco, turco, coreano.

L’edizione italiana Superpocket di City, che esce nella seconda metà del 2001, contiene un’appendice dedicata alla pubblicazione delle traduzioni all'estero. L’appendice cita i paesi dove City è già stato pubblicato o è di prossima pubblicazione e riporta una breve rassegna di estratti, tradotti in italiano, di articoli della stampa francese, tedesca, norvegese finlandese e polacca.


Appendice all'edizione Superpocket del 2001



CITY

È stato pubblicato in Francia, Spagna (lingua catalana e lingua spagnola), Svezia Olanda, Repubblica Ceca, Portogallo, Polonia Turchia, Germania, Grecia, Norvegia Danimarca, Yugoslavia, Slovacchia, Croazia, Lituania, Brasile, Stati Uniti, Corea.

Prossimamente uscirà in Inghilterra, Israele, Taiwan, Giappone

«Allora è possibile. Scrivere un romanzo di oltre 300 pagiene, e farle sembrare poche, un romanzo molto divertente e allo stesso tempo profondo, paradossale eppure realistico. Straordinario.»

Klassekampen (Norvegia)

«Alessandro Baricco, autore di Seta, è un maestro e lo dimostra ancora una volta con City

Le Point (Francia)

«Baricco è un narratore multiforme e ingegnoso, capace di coniugare popolare e sofisticato, western ed erudizione, saggio letterario e mystery, dialogo quotidiano e voli aulici dell’immaginazione, tragedia e commedia dell’assurdo.»

Helsingin Sanomat (Finlandia)

«Vale certo la pena di camminare attraverso questa City

Latarnik (Polonia)

«Con le sue dissertazioni scientifiche, la caratterizzazione minuziosa dei personaggi, l’osservazione divertita della società, Baricco resta fedele a se stesso.»

Muenchner Abendzeitung (Germania)

«City è un romanzo pieno di divertimento, malizia, tenerezza; ma contiene anche un avvertimento e una domanda: che vita facciamo?»

Nowe Ksiazki (Polonia)

«Follemente romantico e allo stesso tempo sottilmente metafisico, frizzante di inventiva, ricco di humor ma anche di gravità, [ City] si interroga sull’onestà intellettuale, denuncia la pubblicità ottusa, parla di sofferenza, abbandono, follia e morte con elegante leggerezza. Le fate continuano a proteggere Baricco!»

Les Echos (Francia)

«Ecco un libro di cui dobbiamo parlare. È incredibile che si possa scrivere così… City è letteratura sperimentale al massimo livello. Pieno di un’allegria e di una leggerezza entusiasmanti.»

Natt og Dag (Norvegia)

«Il piacere di una lettura paradossale.»

Muenchner Merkur (Germania)

«In Baricco, fin dall’inizio, ho visto uno scrittore barocco e “scomodo”, di quelli che non concedono niente alla moda imperante, fatta di sesso, volgarità, imbecillità e minimalismo. Lui si distingueva per la sua individualità, per il pudore e una poetica stralunata…. Come ogni creatore vero, Baricco non si ripete mai. Ogni suo romanzo è diverso dal precedente. Coglie di sorpresa il lettore, che vorrebbe ritrovare ciò che ha già amato. Lui invece cambia formula, parte all’avventura e arriva dove nessuno avrebbe mai immaginato… City è un capolavoro.»

Le Figaro (Francia)

Nel 2002 escono le traduzioni in croato, russo, lituano, giapponese e una nuova traduzione in portoghese per l’edizione brasiliana. Dal 2004 al 2008 City è pubblicato anche in serbo, in cinese a Taiwan, in bulgaro e in ungherese. In Cina la traduzione di City esce nel 2010.

Con la pubblicazione di City all’estero, all’interno del sito www.abcity.it  (online dall'uscita della prima edizione italiana) sono inserite delle sezioni dedicate alle edizioni francese,  inglese,  tedesca,  olandese,  portoghese,  danese,  norvegese,  svedese,  finlandese  cui si accede dalla homepage del sito  per mezzo di link posti sullo stesso piano del link alle pagine in italiano. Ogni sezione contiene una sua homepage, una pagina con la traduzione della presentazione online di Baricco su City, una pagina sulla musica del western di City, alcune pagine con il prologo tradotto, i link alla casa editrice e al City forum.

Già nel suo intervento sul City forum del giugno 1999, Baricco aveva accennato all’effetto sul sito delle future traduzioni e all’impatto dei commenti nelle diverse lingue sul forum dei lettori:

«Il bello sarà quando City uscirà all'estero (ci vorrà qualche mese, un anno) così vedremo cosa ne pensano gli altri, di City. E sarà una bella Babele di lingue».

Sul City Forum, qualche messaggio dall’estero, che esprime l’impazienza di potere leggere City tradotto, arriva già prima che siano pubblicate le traduzioni e poi, man mano che City esce nei diversi Paesi, arrivano sul forum i commenti in tedesco, spagnolo, francese e inglese. L’inglese è la lingua utilizzata anche dai lettori dei paesi balcanici e dell’Europa orientale dove le traduzioni di City escono entro il dicembre 2003, data alla quale sono congelati i messaggi sul forum.

Al forum dei lettori partecipa, nell’estate del 2000, a lavoro ancora in corso, anche la traduttrice di City in lingua slovacca, Dagmar Sabolov'a con un messaggio in italiano con il quale, oltre a commentare City, chiede direttamente a Baricco una foto per conto della casa editrice per far stampare il manifesto per la pubblicazione del libro.

In Francia, Spagna, Germania, Olanda, Regno Unito, e Stati Uniti, City è pubblicato anche in edizioni successive alla prima da ulteriori editori e con differenti copertine.

Buona parte delle edizioni di City all’estero riprendono, in copertina, il tema della città, talvolta utilizzando l’immagine della copertina della prima edizione italiana, altre volte parafrasandola. Qualche copertina accenna ai temi del west o della boxe mentre alcune sono prive di riferimenti al titolo o al testo del libro.

 

Le edizioni di City all'estero



Bulgaro - traduzione di Толя Радева/Tolja Radeva

- Catalano - traduzione di Albert Mestres

- Ceco - traduzione di Alice Flemrová

- Cinese - traduzione di Yu Nian

- Coreano 

- Croato 

- Danese 

- Finlandese 

- Francese 

- Giapponese 

- Greco 

- Inglese 

- Lituano 

- Macedone 

- Norvegese 

- Olandese 

- Polacco 

- Portoghese 

- Rumeno

- Russo 

- Serbo 

- Slovacco 

- Spagnolo 

- Svedese 

- Tedesco 

- Turco 

- Ungherese